Nov
12

Cheratina 2.0 Evolution (senza formaldeide)


image
di admin
pubblicato in Uncategorized
Nessun commento

La CHERATINA: RICOSTRUIRE la FIBRA CAPILLARE ed ELIMINARE il CRESPO
I prodotti a base di Cheratina permettono, attraverso il fissaggio di proteine solforose sulla cheratina stessa, di ricostruire la fibra capillare, restituendole la sua naturale coesione. In parole povere, l’obiettivo del trattamento ristrutturante è quello di “riparare” la cheratina, nutrendola con gli stessi elementi che la compongono: aminoacidi e zolfo. I capelli ritrovano la loro naturale brillantezza, morbidezza e tenuta. È inoltre doppiamente consigliata per i capelli crespi e/o colorati, spesso più secchi e indeboliti.

La CUTICOLA ed il suo DETERIORAMENTO
La Cuticola si occupa di proteggere il capello dagli agenti esterni ed è, quindi, la parte più esposta all’azione di alcuni trattamenti tendenzialmente aggressivi che possono essere di tipo:

  • chimico (decolorazione…)
  • meccanico (spazzolatura…)
  • termico (phon inadeguato, piastra…).

Le squame della cuticola si sollevano o, addirittura, scompaiono: il capello si mostra ruvido al tatto, opaco, difficile da pettinare e, quindi, perde progressivamente la sua bellezza. A questo punto, diviene necessario intervenire. Uno dei trattamenti maggiormente consigliati è di tipo “ricostruttivo” a base di Cheratina.

La STRUTTURA del CAPELLO
Il capello è composto di stelo e radice. Lo stelo, vale a dire la parte visibile, ha un diametro che varia da 40 a 120 micron. Esso è costituito da cellule morte ed è interamente cheratinizzato. Nella sezione trasversale del capello, si possono individuare tre parti concentriche:

  • La CUTICOLA (parte più esterna) – È composta di cellule cheratinose piatte o scaglie che s’aggregano tra loro come le tegole di un tetto. E’ formata da 4 -7 filiere di cellule trasparenti e sottili, disposte verticalmente a livello della radice ed invece, a livello del fusto, disposte obliquamente, a “scaglie” embricate, con l’estremità inferiore attaccata alla corteccia e quella superiore staccata, con aspetto quindi a spiga di grano. La bellezza dei capelli dipende quasi esclusivamente dallo stato in cui si trova la cuticola. Data la posizione in cui si trova, la cuticola è la prima ad essere danneggiata quando il capello viene “maltrattato” con shampoo inadeguati, permanenti, etc.
  • La CORTECCIA (parte intermedia ricca di melanina) – È la parte più abbondante ed è formata da cellule più grosse che contengono un pigmento, la melanina, che danno origine al colore naturale dei capelli. Per “decolorare” il capello, ad esempio con acqua ossigenata, è necessario che la reazione chimica avvenga a livello della corteccia dato che la cuticola, più esterna, non è colorata, così questa, se il capello viene esaminato al microscopio dopo una decolorazione malfatta può presentarsi gravemente danneggiata o addirittura scomparsa.
  • Il MIDOLLO (parte più interna) – Parte interna, formata da cellule arrotondate, disposte a colonne, generalmente separate fra loro da spazi d’aria (l’aria trattenuta ha funzione determinante per la protezione dal freddo e per questo motivo il midollo supera negli animali il 50% dello spessore totale del pelo mentre è scarsamente rappresentato e talora assente nella specie umana).

    -Kascemir



Pubblica il tuo commento
Nome
E-mail

Commento